Stampa
Super User
Categoria: Uncategorised
Pubblicato: 23 Febbraio 2015
Visite: 659

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Vieste - Cenni storici


Sembra che anticamente fosse abitata da coloni greci che la chiamavano Apeneste (rifugio isolato) e per nostalgia della loro famiglia lontana venerassero particolarmente la dea del focolare domestico "Estia".

Questo culto si diffuse molto tra le popolazioni locali e fra i romani col nome di Veste, da qui il nome Vieste.

Data la sua posizione sul mare, che rendeva facile il controllo lungo tutto l'Adriatico, Vieste durante il Medioevo fu contesa tra Bizantini, Normanni, Longobardi, Veneziani, Arabi e Borboni.

Mura, Castelli e Torri di avvistamento furono una protezione relativa contro i pirati e contro chi aveva mire sul Gargano finalmente pacificato con l'unità d'Italia.
Cosa vedere a Vieste - Centro e Castello


Anche se il mare è il maggior richiamo per i turisti, Vieste offre piacevoli alternative alla vita di spiaggia, come una visita al centro storico ed al Castello.

Sulla roccia che cade a picco sul mare, si snoda in vicoli stretti, il centro storico di Vieste con le sue case basse e bianche, i caratteristici archi a sostegno e collegamento tra le abitazioni e le scale che arrivano nei punti più alti.

Il castello, costruito da Federico II di Svevia e ricostruito dagli Spagnoli nel 1537, è a pianta triangolare e delimitata ad est, nord e ovest da tre possenti bastioni pentagonali.

Bellissima la vista del mare che si gode dal belvedere del Castello e bellissimo anche il Castello visto dal mare.

Nel Castello trova posto una mostra di attrezzi da tortura che fanno rabbrividire.      


 
     
Cosa vedere a Vieste - Centro e Cattedrale


Profumi, colori, voci e suoni prodotti dall'uomo e dalla natura, arredano il centro storico di Vieste.

Logge, finestre e scale, ospitano rossi vasi di coccio pieni di basilico, rosmarino, prezzemolo, salvia e odori tipici del Mediterraneo, accolgono gli ospiti.

Fra le antiche case si erge la Cattedrale  la cui  prima costruzione risale all’XI secolo.
 
Al suo interno spicca la statua lignea raffigurante la Santa Vergine Maria di Merino a cui è dedicata la Cattedrale stessa, eletta Basilica Minore nel 1981 da Papa Giovanni Paolo II.

La struttura  della Cattedrale, in stile romanico -pugliese, custodisce all'interno  importanti affreschi della “Madonna del Rosario”, la “Trinità” e la “Madonna col Bambino” di illustri pittori.
Vieste - Le spiagge e il Pizzomunno


Nel golfo, davanti a Vieste, si può ammirare l’isolotto di Santa Croce con il suo suggestivo faro.
 
Vieste è organizzata per ricevere ogni estate nelle sue confortevoli strutture alberghiere, migliaia di turisti.

Infatti questa zona è molto apprezzata dagli amanti del mare, per le sue coste bagnate da uno splendido mare azzurro disseminate di romantiche calette e  misteriose grotte marine dai fondali di cristallo.
 
Incantevoli insenature sabbiose si alternano a bianche scogliere: caratteristico a Vieste è il maestoso Pizzomunno, una enorme roccia bianca incastrata sulla battigia, davanti al paese.      


      
Vieste - La cucina genuina


Gli abitanti di Vieste, abituati da secoli a combattere conto nemici che venivano dal mare, ora festeggiano gli amici che ogni estate vengono da terra.

Ai festeggiati offrono, con l'ospitalità di cui la gente del sud è famosa, tavole imbandite con i buoni prodotti di terra e di mare, in una gara a chi fa meglio, a chi offre ai propri ospiti il meglio del meglio a prezzi concorrenziale.

Spesso le ricette della cucina locale e nazionale, preparate con cura e attenzione, sono rivisitate con un pizzico di creatività e fantasia, sempre accompagnate da pregiati vini locali.

Ma la cosa più bella è che i piatti migliori non sono offerti dai grandi ristoranti che possono permettersi cuochi illustri, ma anche le più semplici trattorie o pizzerie sono sempre ad un ottimo livello.
Vieste - Cosa vedere nei dintorni


Se o quando la vita di spiaggia viene a noia, per gli amanti della natura vi è la Foresta Umbra in cui è possibile fare passeggiate lungo i sentieri, a piedi o in bici, per osservare il paesaggio magnifico e spiare gli animali selvatici o le greggi e mandrie vaganti.

Tutti i paesi del Gargano valgono una visita, vicinissimi a Vieste ci sono i Laghi di Lesina e di Varano, Rodi Garganico, poi Peschici e giù fino a Mattinata, Monte sant'Angelo, fino a Zapponeta ed alle saline di Margherita di Savoia nel Golfo di Manfredonia, a San Giovanni Rotondo per una visitina a Padre Pio.

Fonte: http://www.settemuse.it